Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

3 Comments

I bambini nella società svedese

I bambini nella società svedese: privilegi e vantaggi nel far crescere i propri figli in Svezia

La Svezia ha una popolazione che si aggira attorno ai nove milioni di individui, di cui quasi due milioni hanno meno di 18 anni. La maggior parte di questi dà per scontato alcuni privilegi come l’istruzione gratuita, una vita sociale piena, l’accesso facile ad Internet ed il diretto contatto con la natura.

Vediamo ora quali siano i vantaggi, privilegi ed incentivi nel far crescere i proprii figli in Svezia partendo dai dati e descrizioni reperibili sul sito http://www.sweden.se/

La legge tutela i bambini nella società svedese, così come i loro diritti. Nel 1979, la Svezia divenne il primo paese a vietare le sculacciate, rendendo questo un reato. Al fine di difendere i diritti dei bambini e di agire nel loro interesse, il governo svedese impiega un difensore civico, che è tenuto a far rispettare la Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti dell’Infanzia (del 1989) all’interno della società svedese.

Questa Convenzione riguarda una serie di regole messe in atto da molti paesi per tutelare i bambini. La Svezia è stata proprio uno dei primi paesi firmatari.

In aggiunta esiste una vasta scelta di organizzazioni a cui i giovani svedesi possono rivolgersi in caso di bisogno. Children’s Rights in Society (BRIS) offre alcuni servizi di sostegno come assistenza telefonica e aiuto psicologico tramite e-mail. Friends è un’organizzazione volta ad sradicare il bullismo, sia a scuola che in altri contesti, come per esempio nel mondo dello sport. Save the Children Sweden è un’altra organizzazione che difende i diritti dei bambini, e che conta oltre 87.000 membri.

Congedo parentale in Svezia:L’80 per cento di bambini in Svezia ha una madre che lavora, e il 90 per cento ha un padre lavoratore. I genitori ricevono dei contributi dal governo in modo da poter trascorrere più tempo a casa con i proprii figli. Tutti i genitori hanno diritto a 480 giorni di congedo pagato per ogni bambino, che devono essere utilizzati prima che questo compia il suo ottavo anno di età. Sono soprattutto le madri che si avvalgono di questo congedo, ma sempre più padri decidono di trascorrere del tempo a casa con i proprii figli, e quest’ultimi rappresentano attualmente circa il 20 per cento.

Sistema scolastico in Svezia: In Svezia, tutti devono frequentare la scuola per almeno nove anni, e questo non comporta nessun pagamento. I bambini incominciano ad andare a scuola a sette anni, e vi sono scuole materne per i bambini di sei anni. Il percorso didattico obbligatorio termina a 15-16 anni, dopo di che i bambini possono scegliere di passare alla scuola secondaria superiore. L’anno scolastico si svolge in due semestri : primavera ed autunno. Attualmente, i bambini cominciano a ricevere voti nell’ottavo e nono anno scolastico, ed è possibile che questa pratica si estenda ai bambini più piccoli nel futuro. I bambini nella fascia d’età fra i 6 e i 12 anni hanno la possibilità di essere custoditi in appositi centri prima e dopo la scuola

La vita in famiglia:La maggior parte dei bambini in Svezia — il 90 per cento circa— inizia a vivere con la madre e il padre, che hanno in media uno o due figli. Talvolta i genitori si separano e si risposano, o convivono con un nuovo partner. In media, il 72 per cento dei bambini minorenni vive con i genitori biologici, mentre il 27 per cento ha un patrigno o una matrigna. Circa un bambino su quattro in Svezia ha delle radici straniere. Circa 16.000 bambini provenienti da un altro paese e che ora vivono in Svezia sono stati adottati. Quasi il 60 per cento dei bambini vive in case indipendenti, il 29 per cento in appartamenti, e il 13 per cento in villette a schiera.

Attività sportive dei bambini: Tutti i giovani svedesi sono incoraggiati a praticare uno sport: il 68 per cento dei ragazzi tra i 13 e i 15 anni sono membri di un club sportivo. Lo sport preferito sia per ragazzi che per le ragazze rimane il calcio, seguito dall’equitazione per le ragazze, e dal nuoto ed hockey su ghiaccio e su prato per i ragazzi.

Vita all’aria aperta nella natura:La Svezia ha una bassa densità di popolazione: appena 22 persone per ogni kilometro quadrato – mentre la media europea è di oltre 100 persone per kilometro quadrato. Il diritto d’accesso pubblico dà a tutti la possibilità di esplorare la campagna svedese nel rispetto della flora e della fauna, nonché degli altri esseri umani. I bambini trascorrono all’aria aperta una parte di ogni giornata scolastica, a prescindere dal tempo. Una bella boccata di ossigeno è ritenuta altrettanto importante quanto imparare il rispetto verso la natura. Vi sono molti gruppi che organizzano attività all’aperto, come per esempio Skogsmulle (una sorta di scuola che studia la natura) e gli Scout.

Tutela dell’ambiente:La tutela dell’ambiente riveste un ruolo fondamentale in Svezia, e gran parte della popolazione fa la raccolta differenziata dei rifiuti. Ogni primavera, quando la neve si è sciolta, Keep Sweden Tidy organizza una giornata speciale durante la quale gli studenti raccolgono la spazzatura e aiutano a pulire i loro dintorni. La Svezia offre un rimborso di qualche centesimo per ogni lattina, vetro o bottiglia di plastica riciclata. L’acqua in Svezia è pura e potabile – è persino possibile nuotare all’aperto nel cuore della capitale, Stoccolma.

Un occhio di riguardo all’importanza della Musica:Le attività di musica e di canto extracurricolari godono di molta popolarità in Svezia. Il 18 per cento delle ragazze, e il 22 per cento dei ragazzi suonano uno strumento musicale, fanno parte di un gruppo musicale oppure cantano in un coro.

Detto ciò, cosa ne pensate delle prospettive di crescita e della qualità della vità che la Svezia riesce ad offrire alle famiglie e ai ragazzi?

Condividi questo articolo!
Commenti Facebook