Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

La nuova moda svedese del plogging: corri, ti alleni e nel frattempo pulisci le strade

La nuova moda svedese del plogging: corri, ti alleni e nel frattempo pulisci le strade

Avete mai sentito parlare del plogging? Non si tratta di un errore di scrittura, piuttosto di una nuova moda svedese che sta iniziando a farsi conoscere anche al di fuori di Stoccolma.

Nasce dall’unione del piacere di fare jogging col desiderio di dedicare il proprio tempo in maniera utile per la società, pulendo le strade.

Molti di voi ora penseranno: “Bella idea, ma perché mai nessuno ci aveva pensato prima? Perchè proprio in Svezia, dove le basse temperature non invogliano ad andare a correre e raccogliere i rifiuti per strada?”

A dire il vero gli svedesi, oltre ad una forte sensibilità ecologica, hanno la capacità di mantiene delle buone abitudini sportive.

Questo binomio ha trovato la sua concretizzazione nel plogging, parola che nasce dalla fusione di ‘plocka upp’ (che in svedese significa ‘raccogliere, ripulire’) e jogging (corsa).

Il Plogging, moda svedese che include migliaia di appassionati

Col plogging, migliaia di persone (armate di guanti e di uno zaino o sacchetto) corrono e raccolgono rifiuti ritrovati lungo il tragitto della loro corsa.

Per alcuni veri appassionati è una vera e propria attività sportiva di gruppo, che produce notevoli benefici al corpo.

Anche gli psicologi sottolineano il valore educativo e il benessere che produce nel “plogger”. Si ha infatti la consapevolezza di avere contribuito alla salvaguardia dell’ambiente oltre che alla cura del proprio corpo.

Gli esperti lo definiscono come uno sport completo, inserendolo tra i tipi di allenamento più efficaci da fare all’aria aperta, ed un’ottima alternativa agli High Intensity Interval Training che si praticano in palestra.

Ebbe origine nel 2014 negli Stati Uniti, dove veniva definita ‘trash run’. Tuttavia non ebbe molto successo, forse a causa alla la minor sensibilità rispetto ai temi dell’inquinamento ed ambientali?

Oggi il plogging dalla Svezia si sta diffondendo rapidamente in tutta Europa , specialmente attraverso l’uso dei social media, grazie ai quali la gente posta le foto dei rifiuti raccolti e depositati negli appositi cassonetti, testimoniando la positività dei risultati raggiunti.

Grazie ai Social, i runner si scambiano informazioni sui luoghi e tragitti più indicati per la corsa, e su quelli che richiedono una maggiore attività di raccolta.

Ed in Italia siamo pronti per il Plogging? Purtroppo per gli Italiani, questa attività sportiva e ambientale non ha ancora preso piede. Tuttavia, considerando lo scarso livello di pulizia delle nostre strade, sarebbe bello ed interessante osservare una l’interesse e la pratica del Plogging da parte di quelle persone che amano correre all’aria aperta!

Condividi questo articolo!
Commenti Facebook