Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

Dunkin’ donuts avvia la procedura di fallimento e chiude tutti i suoi negozi in Svezia

Chiusura della nota catena americana Dunkin’ donuts in Svezia

Annunciata la chiusura della nota catena americana Dunkin’ donuts in Svezia.

Fondata nel 1950 da William Rosenberg, Dunkin’ donuts ha dichiarato il fallimento dei sui negozi franchising in Svezia.

Secondo quanto riportato dal giornale svedese Aftonbladet, la catena statunitense di venditori internazionali di caffè e di ciambelle,  ha presentato mercoledì scorso istanza di fallimento al tribunale distrettuale di Linköping. Ne consegue la chiusura di tutti i suoi ristoranti in Svezia, con effetto immediato.

L’ amministratore delegato svedese Jimi Metz. ha dichiarato ad Aftonbladet che “il motivo della chiusura è legato all’impossibilità, nelle condizioni attuali, di raggiungere un livello redditizio del business. Siamo incredibilmente tristi. Molti di noi hanno lavorato duramente.”

La chiusura di Dunkin’ donuts in Svezia coinvolge circa 60 dipendenti, di cui 15 a tempo pieno.

La catena aprì il suo primo negozio in Svezia nel dicembre 2014, all’interno del centro commerciale Täby Centrum.

Ha successivamente aperto altri cinque negozi a Stoccolma, e due cosiddetti “shop in shop”. Nei piani aziendali, c’era in programma di aprire circa altre 30-40 sedi in Svezia nei prossimi tre anni.

Sfortunatamente per l’azienda, le cose sono andate diversamente da quanto previsto.

Condividi questo articolo!
Commenti Facebook