Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

Lapponi o sami: i nativi scandinavi

Lapponi o sami: i nativi scandinavi

Il popolo Lappone, conosciuto anche col nome di Sami, abita l’estremo nord della penisola scandinava, un vasto territorio chiamato Sapmi, che copre tutta l’area a nord del Circolo Polare Artico in Norvegia, Svezia, Finlandia, comprendendo anche la penisola di Kola in Russia. Pur essendo l’unica popolazione nativa in Europa, numericamente è tra le più limitate, contando non più di 75.000 unità al mondo, di cui circa 20.000 stanziate in Svezia.

In Lapponia vi sono tracce di insediamenti Sami che risalgono al periodo dell’Era Glaciale, ovvero circa 9600 anni fa. Famosi per essere abili cacciatori e pescatori, i Sami presero a dedicarsi alla pastorizia di renne su larga scala solo nel corso del XVI e XVII secolo. Oggigiorno, circa il 10 % della popolazione Sami è ancora legata alla pastorizia e alle renne, continuando a seguire la migrazione dei branchi per vasti territori, dalle foreste, dove passano i mesi invernali, ai pascoli di montagna durante il periodo estivo. Sebbene tali flussi migratori siano del tutto simili a quelli tradizionali dei loro avi, l’attrezzatura moderna come motoslitte, motociclette ed elicotteri è diventata d’uso comune, andando a rimpiazzare sci e cani da slitta.

I Lapponi o sami mantengono con orgoglio e fermezza la loro cultura e lo stile di vita tradizionale, che si reggono sulla pastorizia, la lingua Sami e l’artigianato. A tal proposito è importante ricordare che ogni anno a Jokkmokk, nel periodo di febbraio, si svolge il famoso mercato d’inverno, caratterizzato da una consistente presenza e promozione della cultura tradizionale Sami. Questo evento, anno dopo anno, attira un numero sempre maggiore di visitatori internazionali.

Dal 1986 i Sami hanno adottato la seguente bandiera per rappresentare il loro popolo nel mondo.

Bandiera popolo Sami

Condividi questo articolo!
Commenti Facebook