Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

2 Comments

Assistenza sanitaria in Svezia

Assistenza sanitaria in Svezia, un modello pronto per essere esportato

Il governo svedese sta valutando la possibilità di approfittare della buona reputazione di cui gode all’estero riguardo al proprio sistema sanitario: è ora pronto a promuoverne il concetto e ad esportare tale modello in altri paesi.

Nonostante le critiche nazionali rispetto alle lunghe code e alla mancanza di posti letto disponibili, il sistema sanitario svedese regge molto bene il confronto su scala internazionale ed si dimostra notevolmente più economico rispetto a molti altri paesi. In Svezia, circa il 9 per cento del prodotto interno lordo annuale (PIL) viene speso per la sanità, a fronte di oltre il 15 per cento previsto, ad esempio, negli Stati Uniti. La Svezia gode anche di uno dei più bassi tassi di mortalità infantile al mondo. Il governo sta quindi esaminando la possibilità di esportare tale modello che, secondo il Ministro della sanità e affari sociali Göran Hägglund, potrebbe aumentare i ricavi e fornire nuovi posti di lavoro.

Al fine di raggiungere un tale obiettivo, sono stati investiti circa 4 milioni di corone (600.000$) in un’organizzazione chiamata “Symbio Care”, che verrà promossa attraverso il contributo congiunto dei politici svedesi residenti all’estero e degli istituti commerciali con sede in altri paesi.

Il pacchetto dovrebbe includere non solo delle guide con consigli pratici, ma contribuire anche ad incrementare le vendite su nuovi mercati per tutte quelle aziende che producono ed esportano prodotti medicali.Diversi altri ministri del governo sono ottimisti circa il potenziale successo di tale campagna.

L’assistenza sanitaria in Svezia presenta un modello così ben organizzato e collaudato che potrebbe forse tornare utile pure a noi italiani abituati a liste d’attesa di durata indeterminata e con scandali nel settore sanitario oramai all’ordine del giorno?

Condividi questo articolo!
Commenti Facebook