Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

3 itinerari da provare assolutamente durante un viaggio sull'isola di Gotland

Isola di Gotland – 3 itinerari da provare assolutamente

In uno dei precedenti articoli vi avevo descritto come organizzare una vacanza nella bellissima isola di Gotland.

Gotland è situata 90 km a largo della costa orientale della Svezia. Non è solo la più grande isola del paese ma anche la più grande del Mar Baltico. La si può raggiungere sia in aereo che in traghetto.

Oggi Consuelo Griggio, titolare del tour operator YOUR GOTLAND TOURS, ha stilato una lista di 3 itinerari di Gotland da non perdere assolutamente, per godere di un’esperienza unica.

Consuelo, la vostra antropologa-guida, è a disposizione per guidarvi con professionalità, competenza e humour attraverso la storia e le attrazioni di Gotland.

Cosa aspettate ad organizzare e prenotare il vostro viaggio sull’isola di Gotland?

BENVENUTI NELLA MAGICA ISOLA DI GOTLAND, PERLA DEL BALTICO!

#1 Visby, Citta’ Anseatica e Sito UNESCO 

Visby è la ‘capitale’ dell’isola di Gotland, nel sud della Svezia. Fondata dai Geati – i Vichinghi di Gotland – prima dell’anno 1000, Visby e’ diventata durante il Medievo una delle piu’ potenti e floride città anseatiche.

Dal 1995 l’UNESCO ha decretato il muro di cinta quasi del tutto intatto (da non perdere la bellissima passeggiata lungo il perimetro di circa 3.5 km!) e la citta’ medievale patrimonio dell’umanità.

Oggi Visby è una meta turistica molto ambita, specialmente in estate. Ma è anche una città culturalmente molto vivace, con la Almedalsveckan in luglio e la Medeltidsveckan in agosto in cui abitanti e visitatori sono invitati a rivivere la Visby medievale, dal cibo agli intrattenimenti.

 

2 Fårö, l’isola dell’isola. Da Ingmar Bergman alle pecore gotlandesi.

 

L’isoletta di Fårö, sulla punta nord di Gotland, è facilmente raggiungibile con un traghetto in circa 10 minuti di traversata (la tratta è gratis). Appena sbarcati sull’isola vi sembrerà di essere stati catapultati indietro nel tempo. Il paesaggio di Fårö, con le sue case dal tetto di paglia, le immancabili pecore gotlandesi dal manto riccioluto e le sue lunghe e invitanti spiagge sabbiose non mancherà di affascinarvi. L’isola è stata per decenni il rifugio di Ingmar Bergman, il famosissimo regista svedese che qui riposa. Il Festival di Bergman in giugno e l’omonimo museo sono tappe fondamentali per ogni cinefilo.

 

3 Il nord-est di Gotland: da Kyllaj a Gothem

 

Questo itinerario mi sta particolarmente a cuore perché è la parte di Gotland dove abito. Iniziamo questa escursione di un giorno a Kyllaj, sulla costa nord-orientale. Qui troviamo i famosi e unici Raukar, formazioni rocciose dell’era glaciale. La vista dalla collinetta dei raukar è molto suggestiva; il Mar Baltico lambisce la piccola baia dove sorge un antico villaggio di pescatori e i due grandi forni in pietra ci ricordano l’importanza dell’industria del calcare, ieri come oggi. A proposito dell’industria di calcare…a qualche centinaio di metri dai forni si trova la defunta cava di calcare di Kyllaj che oggi viene usata come piscina in estate!

Da Kyllaj proseguiamo verso uno dei luoghi più affascinanti e mistici di questa parte di Gotland, St. Olofsholm. Qui, secondo la Gutasaga (la Saga dei Goti, scritta intorno al XIII secolo), il re norvegese Olof sbarco sull’isola nel 1029 e portò il Cristianesimo ai pagani Goti i quali, però, rifiutarono senza tante cerimonie. La vista da St. Olofsholm e’ maestosa e  non è difficile immaginare di scorgere, all’orizzonte, Olof, il re-santo, avvicinarsi alla costa di Gotland. St. Olofsholm ha anche una bellissima spiaggia e si può fare tranquillamente il bagno qui.

Continuiamo alla volta di Slite per una breve sosta a Cementa, una delle più grandi e moderne fabbriche di cemento in Europa. Dal piccolo parcheggio di fianco alla strada si apre un vero e proprio baratro: l’immensa cava da cui si estrae materiale che verrà trasformato in cemento ed esportato in tutto il mondo vi lascerà sicuramente a bocca aperta!

L’avventura continua alla volta di Tjelvars grav, ancora una volta sulle orme della Gutasaga. Secondo la leggenda è qui, in questa tomba a forma di nave di pietra (ce ne sono molte a Gotland!) che il leggendario fondatore di Gotland, Tjelvar, è sepolto.

Concludiamo la nostra escursione a Gothem, dove abita la vostra antropologa-guida! Qui troviamo una delle più grandi e maestose chiese medievali di tutta l’isola. Ricordatevi che durante i mesi estivi potete assistere dal vivo al rituale della campana  che viene suonata ogni giorno alle 8 di mattina e alle 6 del pomeriggio. Gothem è a 4 km dalla bellissima spiaggia di Vitviken e a 2 km dalla riserva naturale di Storsund dove potrete ammirare la ricca fauna aviaria dell’isola.

Per maggiori informazioni sui tour e le visite guidate in italiano a Gotland contattate direttamente Consuelo Griggio, titolare del tour operator YOUR GOTLAND TOURS, che ringrazio personalmente per averci fornito tutte le informazioni e le immagini contenute in questo articolo!

Sito web: http://yourgotlandtours.com
Email: consugri@yourgotlandtours.com
Facebook: https://www.facebook.com/yourgotlandtours/
Telefono: +46 076 7860076

Ci vediamo presto sulla magica isola di Gotland, la Perla del Baltico!

Condividi questo articolo!
Commenti Facebook