Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

6 Comments

3 ottime ragioni per cercare lavoro in Svezia

Perché cercare lavoro in Svezia? Ecco qui 3 ottime ragioni

Per tutte quelle persone interessate a fare carriera in ambito lavorativo, la Svezia offre sicuramente un ottimo punto di partenza e di sviluppo per una vasta gamma di figure professionali. Con le attuali regole europee che prevedono gli spostamenti dei cittadini tra i diversi stati membri, è diventato ancora più facile trasferirsi in questo paese per lavoro. In aggiunta, è noto che ai dipendenti di un’azienda in Svezia siano offerti anche tutta una serie di vantaggi che, per chi lavora oggi in Italia, sembrano lontani anni luce. Vi presento ora 3 ottime ragioni per cercare lavoro in Svezia piuttosto che in un altro paese europeo.

1 – Tenore di vita tra i più alti al mondo

E’ proprio il caso di dirlo, i residenti in Svezia, fin da quando nascono, godono di un elevato tenore di vita, tra i più alti nel mondo. Prendiamo ad esempio il caso di un elettricista medio. Si può permettere di abitare in un appartamento di tre stanze in città e può avere anche un piccolo cottage estivo in campagna insieme alla sua partner, che a sua volta lavora a tempo pieno. La coppia è in grado di permettersi una vettura a biocarburante ed una vacanza all’estero ogni anno, pur avendo due bambini ancora all’asilo nido.

Come tutti gli altri lavoratori in Svezia, l’elettricista gode anche di un minimo di cinque settimane di ferie pagate all’anno, con assenze per malattia e per ragioni familiari regolarmente retribuite. Alla nascita di un figlio, la coppia ha diritto ad un massimo di 480 giorni di ferie retribuite da distribuire tra maternità (mammaledighet) e paternità (pappaledighet). Dal momento che tutti e due i genitori lavorano, alla coppia è consentito prendere fino ad un massimo di 120 giorni di ferie retribuite all’anno per occuparsi dei propri bambini malati (VAB – Vård av barn).

In Svezia molti di questi benefici vengono visti come diritti necessari per tutti, indipendentemente dal reddito o dallo status sociale. Essi contribuiscono a fare in modo che tutti i bambini possano accedere ai servizi scolastici e sanitari e che tutti gli individui godano di pari opportunità. L’istruzione è gratuita dai sei anni di età fino all’università; in più, i benefici sanitari e pensionistici vegono pagati sia dal datore di lavoro sia derivati dalle imposte sul reddito.

2. Spostarsi con tutta la famiglia

Per le persone sposate e con figli, spostarsi da un paese all’altro non è mai un compito facile. La legge svedese ne tiene conto, rendendo così possibile ai familiari di chi deve trasfersi per lavoro, ricevere dei permessi di lavoro e di soggiorno di pari durata. Finora, questa opportunità è unica in Svezia. Questo significa che alla vostra fagmilia può essere rilasciato un permesso di lavoro o di residenza in combinazione con il vostro permesso. Voi mariti, mogli o semplici compagni/e che presentate un documento legale comprovante la relazione con il vostro partner, potete richiedere tale permesso, così come i vostri figli fino all’età di 21 anni. Con l’opportunità di vivere, lavorare e studiare, la vostra famiglia sarà anche libera di partecipare attivamente nella società svedese a partire dal giorno del vostro arrivo.

3. I benefici lavorativi per i dipendenti

In Svezia, avere un lavoro significa vedersi assegnati una serie di vantaggi tutti basati sul vostro stipendio, dal congedo parentale e per malattia alla pensione sul lavoro, fino all’assicurazione opzionale contro la disoccupazione,

  • Giorni di assenza per malattia pagati

Quando siete malati, il sistema svedese vi garantisce sia il tempo che la compensazione in denaro necessari per recuperare la salute e guarire. In genere in Svezia, la cifra elargita dal secondo giorno di assenza da lavoro per malattia è pari al 80% dello stipendio. Il vostro primo giorno di malattia è il periodo di attesa (karensdag), il che significa che non si riceve alcun pagamento per questo giorno. Il datore di lavoro è tenuto a pagare il vostro congedo per malattia per 13 giorni, dopo il periodo di attesa. Se siete in congedo per malattia per più di sette giorni, vi verrà richiesto di consegnare al datore di lavoro un certificato medico che dimostri il motivo della vostra assenza.

  • Il congedo parentale

Il congedo parentale è un elemento centrale della vita familiare svedese, che permette di avere figli, senza però rinunciare alla propria carriera. Il congedo parentale consente ai genitori di rimanere a casa con i propri figli pur mantenendo il proprio lavoro. I genitori hanno diritto a 480 giorni di ferie pagate per ogni figlio. Ciò è dovuto principalmente al fine di promuovere l’uguaglianza e la condivisione delle responsabilità. I padri inoltre, alla nascita del proprio figlio, hanno diritto a 10 giorni supplementari di congedo pagati.

  • Contibuti per la disoccupazione

Durante il lavoro è necessario pagare un programma di assicurazione contro la disoccupazione (definito come arbetslöshetskassa o a-kassa). Ciò vi garantirà prestazioni di disoccupazione nel caso doveste perdere il vostro lavoro. Questi programmi assicurativi sono gestiti dai sindacati, ma richiedono un’iscrizione separata avviata dal dipendente. Le tariffe e le prestazioni dipendono dal settore di lavoro e sul programma di assicurazione che si sceglie.

  • Contributi pensionistici

Nel corso della loro vita lavorativa, tutti i dipendenti in Svezia guadagnano un reddito pensionistico. In aggiunta, molti datori di lavoro offrono dei pagamenti mensili extra che andranno a formare la pensione cosiddetta “professionale”. Il sistema pensionistico svedese è spesso raffigurato come una piramide, con il vostro reddito pensionistico di base che forma appunto la base della piramide, i contributi del vostro datore di lavoro nel mezzo e gli eventuali piani di risparmio previdenziale personali in cima. In Svezia i lavoratori possono anche scegliere quando andare in pensione, tant’è che alcune persone lo sono già a 55 anni di età. Tuttavia si potrà beneficiare della pensione di reddito e pensione a premio solo a partire dall’età di 61 anni.

A questo punto, secondo voi, vale la pena lasciare l’Italia per cercare lavoro in Svezia?

Se siete alla ricerca di un’offerta di lavoro in Svezia potete caricare il vostro curriculum, creare un profilo ed inviare le proprie domande utilizzando la lista dei siti riportati nell’articolo Lavorare in Svezia: ecco i siti su cui cercare lavoro in Svezia

Tags